stampa questa news Invia questa news ad un amico

Arte del possibile nella scuola

» in Elezioni 2013

Brescia, Convegno dibattito, 19 febbraio 2013


Arte del possibile nella scuola mercoledì 20 febbraio 2013

"Arte del possibile nella scuola"
: questo il titolo del convegno organizzato dalla Gilda degli Insegnanti di Brescia e che si è tenuto presso la Cascina Maggia nel pomeriggio di martedì 19 febbraio.

Ha moderato il professor Luigi Maglio, Coordinatore della Gilda di Lodi-Cremona-Mantova, che ha aperto i lavori ponendo l´accento sulla funzione docente dopo un lungo periodo nel quale si è assistito a una perdita di centralità del ruolo degli insegnanti, mentre la Gilda vuole valorizzare i docenti con precise proposte alla politica, tra le quali il Consiglio Superiore della Docenza, la revisione della legge sull´autonomia, che ha aziendalizzato la scuola, e il rinnovo del contratto in un´ottica di centralità del ruolo degli insegnanti e del collegio dei docenti.

Il senatore Pittoni della Lega Nord, sottolineando la complessità dei problemi, ha puntato l´accento sulla necessità della riforma dei meccanismi di reclutamento, punto dolente della qualità della scuola.

Marina Berlinghieri del Partito Democratico, lei stessa insegnante, ha affermato che la centralità dei docenti è strettamente collegata al ruolo che la società demanda alla scuola: gli enunciati della politica relativi all´istruzione sono molto belli sulla carta ma trovano poco seguito nella realtà. Bisogna riprendere la questione della scuola operando una grande riforma a partire dagli attori principali della scuola, docenti, alunni e famiglie.

Davide Scala di M5S avverte una sensazione di déjà vu relativamente al dibattito, visto che da anni si lanciano tante idee ma i problemi ritornano sempre uguali, tanto che si sta delineando una cultura favorevole alle scuole private mentre invece bisogna ridare slancio alla scuola pubblica che è in grave sofferenza, togliendo finanziamenti a registri di spesa non prioritari rispetto alla grande priorità della scuola.

Mario Braga UDC si è interrogato sul modello scolastico, visto che l´obbligo della politica non è quello di moltiplicare la commissioni di studio sulla scuola ma di assumersi la responsabilità di un progetto chiaro e coerente che valorizzi la realtà dell´istruzione.

I rappresentanti della politica si sono poi, tutti, sorprendentemente detti d´accordo sulla proposta della Gilda di istituire l´area contrattuale separata della docenza, sul rinnovo del contratto e sull´adeguamento degli stipendi agli standard europei.

Ha chiuso i lavori il Coordinatore Nazionale della Gilda, Rino Di Meglio, che ha chiesto ai politici impegni seri per ripristinare la qualità docente e invertire il processo che sta equiparando gli insegnanti a impiegati, vista la specificità del lavoro che essi svolgono. Di Meglio ha anche ricordato le proposte di Gilda per ovviare al grave problema dell´invecchiamento della classe docente con le attuali regole pensionistiche, prevedendo, non privilegi, ma soluzioni innovative per gli ultimi anni di insegnamento.


Stai inviando il link del seguente articolo:

Arte del possibile nella scuola

La TUA email

Il tuo nome (e cognome)

L'email dell'amico/a

Puoi includere un piccolo messaggio (opzionale)

Misura antispam

Quanto fa 3 piu' 3?

Trattamento dati personali: Ho letto e accetto.