stampa questa news Invia questa news ad un amico

Viaggi di istruzione, incontro al Miur

» in Sicurezza

Accolte le nostre richieste: una nuova circolare rettificherà i limiti delle responsabilità degli insegnanti


Viaggi di istruzione, incontro al Miur giovedì 24 marzo 2016
Il giorno 24 marzo, presso il MIUR, si sono incontrate la delegazione di parte pubblica, formata dalla Direzione dello studente, e le OOSS per l´informativa sulla nota n. 674 del 3 febbraio 2016 - Viaggi e visite d´istruzione-.

La dott.ssa Boda, direttore della DG Studente, ha ripercorso l´iter della nota, partendo dalla sollecitazione ricevuta dalla Polizia di stato riguardo alla sicurezza dei trasporti per viaggi e visite d´istruzione. Ha precisato che non era intenzione del ministero assegnare nuovi compiti, ma che si sono limitati a recepire il vademecum della Polizia con la nota del 3 febbraio. L´Amministrazione ha tutto l´interesse a chiarire i punti della nota contestati e a sostenere i viaggi e le visite d´istruzione.

Le OOSS hanno ribadito il giudizio molto negativo sulla nota, già espresso nei comunicati ufficiali, e hanno segnalato anche in questo caso la necessità del confronto con chi la scuola la vive ogni giorno e, per questo, ne conosce le problematiche così da evitare pericolose derive.

Nello specifico si tratta di individuare le diverse responsabilità: quelle dei docenti, già previste dalla Circolare 291/92, e quelle invece di altre amministrazioni dello Stato che non possono essere addossate agli insegnanti (magari perché i tagli del Governo hanno ridotto la disponibilità di personale). Se lo Stato viene meno, se il pubblico viene penalizzato non è pensabile che tutti i disagi sociali siano caricati sulle scuole e sugli insegnanti, stravolgendo in questo modo il nucleo della professione docente.

La delegazione FGU-Gilda ha portato all´Amministrazione la protesta dei docenti e il disagio causato da questa nota nelle scuole nel periodo dedicato ai viaggi e alle visite d´istruzione, disagio che ha indotto la nostra organizzazione sindacale a indire lo stato di agitazione. E´ stato ricordato che per viaggi e visite d´istruzione, che sono attività didattiche, non sono previsti compensi perché nelle stagioni dei tagli sono stati soppressi.

Ha rilevato, inoltre, che, indipendentemente dalle intenzioni dell´estensore, è un dato di fatto che la nota del 3 febbraio ha in sé nuovi carichi di responsabilità per i docenti che organizzano e accompagnano gli studenti nelle uscite (vedere i verbi utilizzati invitare/dovere).

La nostra delegazione ha sottolineato come i controlli segnalati dalla Polizia stradale siano molto importanti, anzi indispensabili per garantire la sicurezza sia degli studenti sia dei docenti, ma ha ribadito che questi controlli li devono fare gli organi preposti, che per competenze e professionalità sono preparati a questo.

Siccome le FAQ che sono state pubblicate, a parziale rettifica della nota, non hanno alcun valore giuridico e anzi rischiano di creare ancora più confusione la delegazione della FGU-Gilda ha chiesto all´Amministrazione di ritirare la nota del 3 febbraio sui viaggi e sulle visite d´istruzione.

L´Amministrazione ha accolto le richieste delle OOSS e si impegna, attraverso un confronto con i rappresentanti dei docenti, a rivedere la nota del 3 febbraio con una circolare che ribadisca i limiti delle responsabilità degli insegnanti al fine di evitare ulteriori carichi sui docenti.


Stai inviando il link del seguente articolo:

Viaggi di istruzione, incontro al Miur

La TUA email

Il tuo nome (e cognome)

L'email dell'amico/a

Puoi includere un piccolo messaggio (opzionale)

Misura antispam

Quanto fa 3 piu' 7?

Trattamento dati personali: Ho letto e accetto.