stampa questa news Invia questa news ad un amico

Spending review: aspetti gestionali e contabili a scuola

» in Fondo istituzione scolastica

Resoconto dell´incontro delle OO.SS. con il Direttore generale per la politica finanziaria ed il bilancio


Spending review:  aspetti gestionali e contabili a scuola giovedì 13 settembre 2012

In un incontro nel pomeriggio di martedì 11 settembre col dott. Filisetti, direttore generale del Bilancio e della Programmazione economica del Miur, è stata portata all´ attenzione delle OO.SS. la nuova modalità di gestione della tesoreria e delle risorse finanziarie delle istituzioni scolastiche che entreranno in vigore dal prossimo 12 novembre, mediante la tesoreria unica che prevede la gestione economico finanziaria da parte della Banca d´ Italia, nell´ attesa che venga predisposto il bando per la scelta della banca o delle Poste Italiane che garantiranno il servizio di tesoreria. Comunque le modalità attuali continueranno ad essere adottate fino al termine dell´ esercizio finanziario 2012 ed alle scuole sarà data comunicazione della nuova convenzione di cassa, che potrebbe garantire condizioni più favorevoli di quelle attualmente in essere.
Tali cambiamenti interesseranno principalmente le banche che dovranno intrattenere rapporti con la Banca d´ Italia e non le singole scuole. Qualora l´ emanando bando di gara dovesse andare deserto, potrebbero subentrare Poste Italiane che in occasioni analoghe hanno dato la loro disponibilità. Ci sarà una doppia gestione delle risorse: quelle erogate dallo Stato e dagli EE.LL. confluiranno su un conto corrente infruttifero, mentre le erogazioni dei privati affluiranno sul conto corrente fruttifero dal quale si effettueranno i prelievi, prima di attingerre a quello infruttifero. Ovviamente le istituzioni scolastiche saranno sempre a conoscenza del saldo delle risorse disponibili sui due conti. Di queste nuove modalità è stata data loro comunicazione preventiva con la nota 4442 dal luglio scorso, mentre eventuali modifiche a quanto sopra, saranno portate tempestivamente all´ attenzione delle istituzioni scolastiche.

Relativamente alle risorse necessarie per il funzionamento e la copertura delle supplenze brevi, entro fine mese dovrebbero essere accreditati i 4/12 relativi al quadrimestre settembre/dicembre alle scuole interessate dal recente dimensionamento. Le scuole non potranno disporre di quanto versato dalle famiglie, mentre le somme impegnate per contratti, ecc. saranno onorate dalla DG del Bilancio nel mese solare successivo. La finalità che s´ intende raggiungere è quella di responsabilizzare la gestione delle risorse da parte delle singole scuole e lo stesso Ministero, chiamato ad una maggiore e più solerte tempestività nel far fronte agli impegni assunti dal sistema scolastico.
Qualora dovesse concludersi positivamente la lunga vicenda degli scatti stipendiali relativi al 2011, essi saranno contabilizzati nel programma annuale 2013.
Da parte della nostra delegazione, all´ unisono con le altre, è stato richiesto, nel rispetto delle corrette relazioni sindacali, di conoscere preventivamente le disposizioni e le comunicazioni destinate alle scuole e di poter avere contezza, per un confronto, delle risorse erogate negli ultimi 2 anni.

In merito alle ferie spettanti al personale docente destinatario di supplenze brevi che non consentono la fruizione per la loro collocazione temporale durante i periodi di sospensione delle attività didattiche, la nostra delegazione ha invitato l´ Amministrazione a farsene carico per una soluzione ragionevole che compenetri il divieto del pagamento delle stesse con l´ inalienabile diritto alla loro fruizione. Altrettanto dicasi per le ferie del personale docente impegnato con gli Esami di Stat, per i quali va comunque trovata una soluzione che consenta loro di fruirne integralmente. Ovviamente, la Gilda degli Insegnanti è nettamente contraria a qualsivoglia impegno relativo alle attività d´ insegnamento e non che dovessero ricadere nei giorni in cui il suddetto personale è collocato in ferie. Di questa incombenza, a parer nostro, i dirigenti scolastici dovrebbero farsi carico dall´ inizio dell´ anno scolastico, concordando e predisponendo un piano di ferie del suddetto personale che consenta loro di fruirne integralmente.

In merito alle visite fiscali non più a carico delle istituzioni scolastiche è sorta una disparità di vedute fra alcune OO.SS. e la DG del Bilancio in merito alla decorrenza della data (inizio dell´ esercizio finanziario 2012, come espressamente previsto nell´ articolato, oppure dal 7 luglio scorso data di entrata in vigore del DL 95/12, art. 7, co. 27) da cui le scuole non sono più tenute a sopportare tale onere finanziario. Si renderà, pertanto, un approfondimento in merito alla suddetta decorrenza.

La nostra delegazione, oltre a farsi carico di richiamare l´ impegno dell´ Amministrazione ad erogare i 4/12 del FIS relativo a questo scorcio di anno finanziario per consentire la programmazione ed il corretto espletamento delle varie attività, si è premurata di sensibilizzare l´ Amministrazione sulla necessità e l´ urgenza di garantire risorse extra FIS per i vicari delle scuole date in reggenza che sopportano notevoli oneri dal punto di vista organizzativo e per quanto attiene alle responsabilità di cui devono farsi carico.


Stai inviando il link del seguente articolo:

Spending review: aspetti gestionali e contabili a scuola

La TUA email

Il tuo nome (e cognome)

L'email dell'amico/a

Puoi includere un piccolo messaggio (opzionale)

Misura antispam

Quanto fa 3 piu' 8?

Trattamento dati personali: Ho letto e accetto.