stampa questa news Invia questa news ad un amico

Economie MOF e monetizzazione ferie precari

» in Fondo istituzione scolastica

Resoconto dell´incontro al Miur delle organizzazioni sindacali


Economie MOF e monetizzazione ferie precari mercoledì 12 giugno 2013

Nell´incontro tenutosi al Miur oggi, 12 giugno 2013, la delegazione dell´Amministrazione, rappresentata dalle Direzioni Bilancio e Studente, e le OO.SS. della scuola hanno trattato l´odg: economie MOF 2011-2012 e pagamento ferie precari.

Il direttore Filisetti comunica che le economie sul MOF del 2011-2012 ammontano complessivamente a 40,67 milioni di euro (cifra che le OO.SS. indicavano già nei mesi scorsi e che il Miur ha finalmente certificato) e chiede di avviare la discussione sui criteri per distribuire questi fondi. L´amministrazione presenta una propria proposta che prevede di destinare la somma di 30ml al pagamento dei debiti delle scuole, il resto per le indennità e la sostituzioni dsga, lavoro festivo e notturno, bilinguismo e trilinguismo, personale statale della scuola statale militare della Nunziatella.

La Federazione Gilda-Unams si dice soddisfatta per la determinazione delle economie, ma è contraria alla destinazione delle stesse per il pagamento dei debiti pregressi, anche perché manca la quantificazione e l´indicazione precisa e trasparente dei debiti. Ritiene pertanto che le economie, una volta retribuiti lavoro festivo e notturno, bilinguismo e trilinguismo, dsga indennità e sostituzioni, personale scuola statale militare della Nunziatella, debbano essere date alle scuole in quanto queste somme derivano direttamente dal FIS. La distribuzione deve tenere in particolare considerazione gli istituti comprensivi (scuola infanzia, primaria e secondaria di primo grado).

Per la spesa relativa alle ore eccedenti la Federazione Gilda-Unams insiste perché le supplenze vengano pagate direttamente dal ministero e non con il fondo d´istituto. Per quanto riguarda i risparmi sulla pratica sportiva la delegazione chiede che le economie siano mantenute per le medesime finalità e distribuite alle scuole il prossimo anno.

Le OOSS chiedono, infine, i dati contabili a disposizione della Direzione del bilancio, l´apertura di un tavolo per definire la ripartizione dei compensi dei comandati e dei supervisori tirocinio e la proposta dell´Amministrazione sulla ripartizione del MOF per l´anno scolastico 2013-2014.
A tal fine viene fissato il prossimo incontro per il 20 giugno alle ore 9.30.

Si apre poi la discussione sulla monetizzazione delle ferie dei precari. Filisetti risponde alle vibranti proteste delle OO.SS che il Miur, per la parte che gli compete, ha già inviato alle scuole i fondi per pagare le ferie ai docenti con supplenza breve. Per quelli che concludono l´incarico al 30/06 la competenza è del MEF.

Dopo aver approfondito, per l´ennesima volta, la questione sia dal punto di vista giuridico sia da quello contrattuale il Miur, su richiesta delle OO.SS., ha comunicato la nota in allegato, la quale chiarisce oltre ogni ragionevole dubbio che:

• la bozza di circolare inviata da alcuni RTS (ragioneria territoriale dello Stato) non ha alcun valore, tanto che è stata già ritirata;

• il Miur ha già inviato alle scuole i fondi per retribuire le ferie ai precari con supplenze brevi, quantificati come da CCNL;

• analogamente i dirigenti scolastici dovranno inviare alle RTS la documentazione per pagare le ferie ai supplenti fino al 30/06.

Le OO.SS. in un comunicato unitario esprimono soddisfazione per l´informativa data dal Direttore del Bilancio del MIUR sulla monetizzazione delle ferie dei docenti precari.

Ribadiamo che fino al 31 agosto 2013 sono in vigore le norme del CCNL, quindi i docenti precari non possono essere obbligati a fruire delle ferie durante i periodi di sospensione delle lezioni.


Stai inviando il link del seguente articolo:

Economie MOF e monetizzazione ferie precari

La TUA email

Il tuo nome (e cognome)

L'email dell'amico/a

Puoi includere un piccolo messaggio (opzionale)

Misura antispam

Quanto fa 3 piu' 1?

Trattamento dati personali: Ho letto e accetto.