stampa questa news Invia questa news ad un amico

Abilitazioni conseguite all´estero, chiarimenti dal Miur

» in Formazione

Disponibile il totale delle pratiche richieste e concluse divise per nazionalità


Abilitazioni conseguite all´estero, chiarimenti dal Miur giovedì 19 settembre 2013

La mattina del giorno 18 settembre 2013 si è svolto un incontro tra le OO.SS. e la Direzione Generale per gli ordinamenti scolastici e per l´Autonomia Scolastica, rappresentata dalla Dott.ssa Palumbo con il seguente o.d.g.:
- Riconoscimento dei titoli di formazione professionale acquisiti in paesi diversi dall´Italia.
- Informativa sula nuova circolare relativa alla corrispondenza linguistica necessaria per l´esercizio della professione di docente in sede di riconoscimento della qualifiche professionali ai sensi della direttiva comunitaria 2005/36 e del D.lgs. 206/2007.L´incontro era stato richiesto mesi or sono dalle OO.SS. per aprire un tavolo di informazione circa le abilitazioni all´insegnamento conseguite all´estero con particolare riferimento al caso spagnolo.

La dott.ssa Palumbo ha consegnato alle OO.SS. i dati relativi ai riconoscimenti professionali (abilitazioni all´insegnamento degli ultimi anni) mettendo in rilievo che, di fronte alla massa delle richieste pervenute, sono state riconosciute solo 206 pratiche trattate nel 2012 (di cui 97 dalla Spagna) e 172 nel 2013 fino a luglio (di cui 69 dalla Spagna).

In ottemperanza con la direttiva UE 2005/36/CE e il decreto di attuazione n. 206/2007 al MIUR spetta di verificare l´efficacia formale dei piani di studio svolti nei paesi UE senza il potere di entrare nel merito di essi e delle valutazioni CFU relative.

Tutto ciò per porre in essere i principi di libertà di movimento delle professioni nell´UE.

Il livello di filtro era fino ad oggi determinato dalla necessità di possedere una certificazione linguistica nella lingua italiana pari a C2 (madrelingua), ma l´UE sta aprendo una procedura di infrazione contro l´Italia perché ritiene discriminatorio per i cittadini degli altri paesi dell´UE l´accesso a livelli così alti di certificazione linguistica.

In questo senso l´Amministrazione sta predisponendo una nuova circolare sulle competenze linguistiche necessarie per l´esercizio della professione di docente in cui basterebbe il livello C1 per l´abilitazione nella scuola dell´infanzia. Nella stessa circolare sarebbero inoltre riconosciute automaticamente le competenze linguistiche per:

- Coloro che hanno conseguito il diploma di maturità con frequenza quinquennale con insegnamento impartito in lingua italiana o presso istituzioni scolastiche italiane con lingua di insegnamento diversa da quella italiana (vedi il caso dell´Alto Adige);
- Coloro che abbiano conseguito il diploma di un corso di istruzione secondaria superiore frequentato presso istituzioni scolastiche italiane funzionanti all´estero;
- Coloro che sono laureati ad abilitati all´estero in italiano quale lingua straniera;
- Coloro che sono in possesso di laurea conseguita presso una università italiana utile per l´accesso all´insegnamento,
- Coloro che hanno svolto dottorati di ricerca presso università italiane in lingua italiana.

In allegato le tabelle riferite ai dati delle pratiche richieste e concluse divise per nazionalità.

La delegazione FGU ha preso atto della necessità amministrativa da parte del MIUR di evitare il procedimento di infrazione, ma ha espresso le radicate e storiche perplessità circa la serietà delle norme europee che obbligano gli stati membri a procedure di omologazione dei titoli professionali inaccettabili (si veda ad es. la incredibile situazione circa il riconoscimento dell´abilitazione alla professione di avvocato in Spagna e in Romania).

La prossima settimana dovrebbe essere emanata la circolare con le osservazioni delle delegazioni sindacali.



ARGOMENTI:  formazione, estero,

Stai inviando il link del seguente articolo:

Abilitazioni conseguite all´estero, chiarimenti dal Miur

La TUA email

Il tuo nome (e cognome)

L'email dell'amico/a

Puoi includere un piccolo messaggio (opzionale)

Misura antispam

Quanto fa 3 piu' 1?

Trattamento dati personali: Ho letto e accetto.