stampa questa news Invia questa news ad un amico

DL istruzione: Parlamento sordo a richieste di modifiche

» in Comunicati

E´ negativo il giudizio espresso dalla Gilda degli Insegnanti sul decreto istruzione che oggi ha avuto il via libera dal Senato


DL istruzione: Parlamento sordo a richieste di modifiche giovedì 7 novembre 2013

"Il decreto istruzione che oggi ha avuto il via libera dal Senato non ha accolto nessuna delle modifiche da noi richieste rispetto al testo approvato dalla Camera. I tempi troppo stretti hanno impedito una discussione approfondita e partorito una legge che presenta molte più ombre che luci".

E´ negativo il giudizio espresso dalla Gilda degli Insegnanti che "salva", ma solo parzialmente, il piano triennale di assunzioni "con cui - spiega - si copre soltanto il turn over e parte dell´organico di diritto".

Pollice verso su tutto il resto, "a partire - sottolinea la Gilda - dall´aumento per i docenti dei carichi di lavoro di carattere burocratico riguardanti l´orientamento. E poi il testo licenziato da Palazzo Madama lascia fuori alcune questioni molto importanti come ‘quota 96´ e la monetizzazione delle ferie dei precari. Silenzio totale - conclude il sindacato - anche su scatti di anzianità e contratto".

Roma, 7 novembre 2013
Ufficio stampa Gilda degli insegnanti

Allegati

Stai inviando il link del seguente articolo:

DL istruzione: Parlamento sordo a richieste di modifiche

La TUA email

Il tuo nome (e cognome)

L'email dell'amico/a

Puoi includere un piccolo messaggio (opzionale)

Misura antispam

Quanto fa 3 piu' 7?

Trattamento dati personali: Ho letto e accetto.