stampa questa news Invia questa news ad un amico

Gli insegnanti di fronte ai problemi crescenti della scuola. Sintesi ed analisi dei risultati.

» in SWG

Il sondaggio commissionato dalla Gilda degli Insegnanti alla SWG sui problemi della categoria


Gli insegnanti di fronte ai problemi crescenti della scuola.  Sintesi ed analisi dei risultati. giovedì 29 gennaio 2009
Il sondaggio commissionato dalla Gilda degli Insegnanti alla SWG sui problemi della categoria e presentatoa Roma, oggi 29 gennaio 2009,  fornisce molti elementi interessanti.

In primo luogo, conferma che la storica richiesta dell´associazione di un´area di contrattazione separata per i docenti raccoglie un accordo prevalente.  I docenti italiani hanno ben chiaro il motivo di questa esigenza, poiché a grande maggioranza hanno risposto che ciò dovrebbe avvenire " perché si tratta di figure giuridicamente diverse" e " perché così agli insegnanti verrebbe riconosciuto il ruolo istituzionale".

Più o meno come aveva deliberato la Corte costituzionale, con la sentenza n. 322/2005 dove si affermava, "va osservato che le indicate tipologie di personale (dirigenti, docenti personale amministrativo, tecnico e ausiliario, ndr) versano in una situazione di stato giuridico che non ne consente l´assimilazione in una unica categoria . [ Infatti] il Titolo I della Parte III del d.lgs. n. 297 del 1994 (artt. da 395 a 541), la cui rubrica reca Personale docente, educativo, direttivo e ispettivo, agli artt. 395 e 396 definisce in maniera specifica la funzione docente (intesa come esplicazione essenziale dell´attività di trasmissione della cultura, di contributo alla elaborazione di essa e di impulso alla partecipazione dei giovani a tale processo e alla formazione umana e critica della loro personalità) ".

Pertanto, la Gilda degli Insegnanti precisa che l´area di contrattazione separata trova rispondenza solo nell´alta concezione costituzionale che attribuisce alla Scuola il mandato sociale di trasmettere cultura e di formare i giovani al pensiero critico e che perderebbe valenza in concezioni di tipo diverso. 

In secondo luogo, mostra che gli insegnanti manifestano ancora credito al sindacato
, elemento non scontato nella situazione odierna, dove al sindacato spesso vengono attribuite molte responsabilità, anche grazie a campagne denigratorie ben orchestrate. Il dato è sicuramente confortante, ma rappresenta un elemento su cui occorre riflettere con grande attenzione. Non è tempo di autocompiacimenti, ma- e questo la Gilda lo sa bene- di impegno sempre più assiduo e responsabile per affrontare i tempi difficili che tutta la società sta attraversando.   

In terzo luogo, rivela che
 per i docenti italiani l´introduzione di criteri di avanzamento legati anche al merito e non soltanto all´anzianità è un concetto ormai maturo.

Si tratta di un dato nuovo su cui è necessario confrontarsi e ragionare.  
Se così è, come confermerebbe anche un altro recente sondaggio di una famosa testata giornalistica di Scuola, allora è tempo di affrontare il problema. Avendo ben chiari alcuni termini che hanno contraddistinto la politica della Gilda e che non hanno ancora trovato buone ragioni per mutare (rifiuto di ogni rapporto gerarchico nell´insegnamento, assicurazioni di stipendi dignitosi per tutti), si deve aprire il confronto e il dibattito con i docenti. 

Se qualcosa dovrà cambiare è bene 
parlarne e parlarne insieme. Questo e altri temi che interessano la Scuola di oggi devono avere come interlocutori e soggetti attivi gli insegnanti: la nostra associazione, come sempre, è pronta ad ascoltare i colleghi e a ragionare insieme con loro, i quali, però, non dovranno chiamarsene fuori per disinteresse e apatia. Qualunque processo o cambiamento dovesse prendere forma ha bisogno di fondarsi sull´assunzione di responsabilità di ognuno di noi.

ARGOMENTI:  swg,

Stai inviando il link del seguente articolo:

Gli insegnanti di fronte ai problemi crescenti della scuola. Sintesi ed analisi dei risultati.

La TUA email

Il tuo nome (e cognome)

L'email dell'amico/a

Puoi includere un piccolo messaggio (opzionale)

Misura antispam

Quanto fa 3 piu' 6?

Trattamento dati personali: Ho letto e accetto.