stampa questa news Invia questa news ad un amico

Concorso a cattedra 2018 e 24 CFU: pubblicato il decreto

» in Formazione

Rese note le modalità di acquisizione dei 24 CFU e gli ambiti disciplinari cui corrispondono i settori scientifico-disciplinari


Concorso a cattedra 2018 e 24 CFU: pubblicato il decreto giovedì 10 agosto 2017
Come preannunciato, il Miur ha siglato il decreto n. 616 del 10 agosto 2017 che individua le modalità di acquisizione dei 24 crediti formativi universitari (nei settori antropo-psico-pedagogici e nelle metodologie didattiche) necessari per la partecipazione al concorso 2018.

Secondo il decreto, gli ambiti disciplinari cui corrispondono i settori scientifico-disciplinari sono:

Pedagogia, pedagogia sociale e didattica dell´inclusione: le attività formative afferenti a tutti i settori disciplinari M-PED e ai settori CODD/04, ABST/59 e ADPP/01. Sono utili anche, in relazione alle classi concorsuali, le attività formative afferenti ai settori disciplinari ISME/01, ISME/02, ISDC/01 e ISDC/05 a condizione che sia certificata la loro declinazione nei termini della pedagogia, pedagogia sociale e didattica dell´inclusione per gli insegnamenti compresi nelle classi concorsuali medesime.

- Psicologia: le attività formative afferenti a tutti i settori disciplinari M-PSI e ai settori CODD/04, ABST/58, ISSU/03, ISME/03 e ISDC/01. Sono utili anche le attività formative afferenti al settore disciplinare ADPP01 a condizione che sia certificata la loro declinazione nei termini della psicologia per gli insegnamenti compresi nelle classi concorsuali medesime.

- Antropologia: le attività formative afferenti a tutti i settori disciplinari M-DEA 01, M-FIL 03 e ABST/55. Sono utili anche, in relazione alle classi concorsuali, le attività formative afferenti ai settori disciplinari L-ART/08, CODD/06, ISSU/01, ISSU/02, ADEA/01, ADEA/03, ADEA/04 a condizione che sia certificata la loro declinazione nei termini della antropologia per gli insegnamenti compresi nelle classi concorsuali medesime.

- Metodologie e tecnologie didattiche generali: M-PED 03, M-PED 04, e, in relazione alle classi concorsuali, le attività formative afferenti ai settori disciplinari MAT/04, FIS/08, L-LIN/02, M-EDF/01, M-EDF/02, CODD/04, ABST/59 e ADES/01, nonché le attività formative afferenti ai settori indicati a condizione che sia certificata la loro declinazione nei termini delle metodologia e tecnologie didattiche generali per gli insegnamenti compresi nelle classi concorsuali medesime.

Il decreto chiarisce inoltre quali sono i costi da affrontare: i laureandi potranno sostenere esami aggiuntivi in maniera del tutto gratuita, mentre per coloro che sono già laureati il costo per l´integrazione di questi esami sarà di al massimo 500 euro in base al reddito e ai crediti da raggiungere. 

I crediti potranno essere acquisiti esclusivamente presso enti interni al sistema universitario o dell´Alta formazione artistica, musicale e coreutica e potranno essere acquisiti per via telematica fino a un massimo di 12 crediti. Saranno riconosciuti anche quelli conseguiti nell´ambito di Master, Dottorati di ricerca e Scuole di Specializzazione.

Il decreto comprende gli allegati A, B e C. 
L´allegato A definisce gli obiettivi formativi distintamente per i 4 ambiti disciplinari. L´allegato B definisce i contenuti e le attività formative dei 4 ambiti disciplinari, distintamente per ciascuna classe di concorso. L´allegato C, infine, è dedicato all´area artistica, i cui obiettivi, contenuti formativi generali e crediti assegnabili ai detti 4 ambiti sono analoghi a quelli indicati nell´Allegato B.

Si legge nel comunicato stampa del Miur che "Si tratta di un cambiamento molto importante che stiamo accompagnando con una apposita fase transitoria. Questo decreto è un primo importante passo per avviare il nuovo percorso. 
La fase transitoria guarda anche a chi già insegna da tempo: il requisito del possesso dei 24 Cfu/Cfa non è previsto per la partecipazione ai concorsi che riguarderanno i docenti già abilitati e quelli che, pur non essendolo, hanno comunque maturato almeno tre anni di servizio come supplenti. Personale che è già formato allo svolgimento della professione docente o è già in possesso di esperienza al riguardo." 

 

ARGOMENTI:  formazione,

Stai inviando il link del seguente articolo:

Concorso a cattedra 2018 e 24 CFU: pubblicato il decreto

La TUA email

Il tuo nome (e cognome)

L'email dell'amico/a

Puoi includere un piccolo messaggio (opzionale)

Misura antispam

Quanto fa 3 piu' 6?

Trattamento dati personali: Ho letto e accetto.