stampa questa news Invia questa news ad un amico

Concorso, la Gilda ricorre al Tar Lazio

» in Comunicati

Approda in tribunale  la battaglia contro il concorso voluto dal ministero dell´Istruzione. Vistose le violazioni di legge


Concorso, la Gilda  ricorre al Tar Lazio giovedì 4 ottobre 2012

La Gilda degli Insegnanti impugna il bando e ricorre al Tar del Lazio per chiederne l´annullamento. Il sindacato porterà in tribunale la battaglia contro il concorso voluto dal ministero dell´Istruzione.

La decisione di intraprendere le vie forensi è stata presa ieri dall´esecutivo nazionale della Federazione Gilda-Unams che ha dato mandato al suo ufficio legale di iniziare l´iter che tra 60 giorni approderà nelle aule del tribunale amministrativo del Lazio.

Lungo l´elenco di vistose violazioni di legge rilevate dalla FGU e che ha fatto scattare il ricorso.

Qualche esempio: l´attuale normativa fissa in tre anni la durata delle graduatorie mentre il bando emanato da viale Trastevere la riduce a due anni; la legge stabilisce che l´abilitazione all´insegnamento viene assegnata attraverso il concorso mentre secondo il bando il titolo può essere acquisito soltanto da chi prende il posto in cattedra. E ancora: per la legge la prova di inglese per la scuola primaria è facoltativa ma il bando di concorso appena pubblicato in Gazzetta Ufficiale la rende obbligatoria.


Roma, 4 ottobre 2012

Ufficio stampa Gilda degli insegnanti

 

 

Allegati

ARGOMENTI:  precari, profumo, tar lazio,

Stai inviando il link del seguente articolo:

Concorso, la Gilda ricorre al Tar Lazio

La TUA email

Il tuo nome (e cognome)

L'email dell'amico/a

Puoi includere un piccolo messaggio (opzionale)

Misura antispam

Quanto fa 3 piu' 7?

Trattamento dati personali: Ho letto e accetto.