stampa questa news Invia questa news ad un amico

Bimbo soffocato: al sud mense strutturalmente intollerabili

» in Comunicati

Rino Di Meglio: bisogna smetterla con l´improvvisazione e procedere a una riorganizzazione seria e scrupolosa di strutture e servizi


Bimbo soffocato: al sud mense strutturalmente intollerabili venerdì 22 marzo 2013

"In molte scuole, soprattutto del Sud, le situazioni delle mense sono strutturalmente intollerabili: in assenza di locali appositamente adibiti alla refezione, i bambini sono costretti a consumare i pasti sui banchi e ovunque manca il servizio medico scolastico che è fondamentale per fornire un soccorso tempestivo in caso di necessità ed evitare tragedie come quella avvenuta nella materna Minucci di Napoli".

Rino Di Meglio, coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti, interviene sulla polemica esplosa dopo la morte del piccolo Patrizio Castiglia, il bimbo di 4 anni rimasto soffocato dalla mozzarella mentre mangiava a scuola durante la refezione.

"Si tratta di una tragedia enorme - afferma Di Meglio - ma ha ragione l´assessore comunale all´Istruzione, Annamaria Palmieri, quando dice che non bisogna demonizzare gli insegnanti. Purtroppo molte scuole soffrono di gravi carenze strutturali: non è ammissibile che gli alunni debbano mangiare nelle stesse aule dove si svolge l´attività didattica e che gli istituti scolastici non possano contare sulla presenza di personale paramedico. Bisogna smetterla con l´improvvisazione - conclude Di Meglio - e procedere a una riorganizzazione seria e scrupolosa di strutture e servizi".


Roma, 22 marzo 2013

Ufficio stampa Gilda degli insegnanti

 

 

Allegati

ARGOMENTI:  mensa,

Stai inviando il link del seguente articolo:

Bimbo soffocato: al sud mense strutturalmente intollerabili

La TUA email

Il tuo nome (e cognome)

L'email dell'amico/a

Puoi includere un piccolo messaggio (opzionale)

Misura antispam

Quanto fa 3 piu' 6?

Trattamento dati personali: Ho letto e accetto.