stampa questa news Invia questa news ad un amico

Scatti: che fine ha fatto l´atto di indirizzo all´Aran?

» in Comunicati

Se entro il 30 giugno non verrà firmato l´accordo all´Aran, andrà in fumo tutto il lavoro fatto


Scatti: che fine ha fatto l´atto di indirizzo all´Aran? martedì 15 aprile 2014

"Se entro il 30 giugno non verrà firmato l´accordo all´Aran, andrà in fumo tutto il lavoro fatto per scongiurare la restituzione dei famigerati 150 euro percepiti nel 2013 derivanti dalla questione del blocco degli scatti. Dell´atto di indirizzo, annunciato lo scorso novembre dall´ex ministro Carrozza, non c´è traccia e senza questo documento fondamentale, diventato ormai un fantasma, si rischia di tornare punto e a capo".

A strigliare il Governo è Rino Di Meglio, coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti, durante il suo intervento al convegno "Insegnare stanca: dal disagio allo stress fino al burn out" che si è svolto questa mattina a Bari e al quale ha partecipato anche Angela D´Onghia, sottosegretario al ministero dell´Istruzione.

Parlando dal palco dell´istituto Euclide nel capoluogo pugliese, Di Meglio ha ricordato le parole pronunciate da Matteo Renzi l´8 gennaio scorso, dopo la querelle tra i ministeri dell´Istruzione e dell´Economia: "In quell´occasione, per guadagnare consensi in vista della scalata a Palazzo Chigi, il segretario del Pd definì assurda l´ipotesi di restituire gli scatti e chiese al Governo di rimediare subito alla figuraccia, assicurando che su questo punto il suo partito non avrebbe mollato di un centimetro. Adesso si avvicinano le elezioni europee e - afferma il coordinatore nazionale della Gilda - ci auguriamo che la questione degli scatti per i docenti non diventi facile terreno per promesse elettorali da dimenticare dopo la chiusura delle urne".

Infine Di Meglio non risparmia critiche al ministro Giannini: "Da quando si è insediata a viale Trastevere, non si è ancora degnata di incontrarci e, anzi, non ha fatto altro che attaccare i sindacati. Snobbare il dialogo con chi rappresenta e difende i diritti degli insegnanti non le fa di certo onore e noi non subiremo passivamente decisioni assunte unilateralmente".


Roma, 15 aprile 2014
Ufficio stampa Gilda degli insegnanti


Allegati

ARGOMENTI:  comunicati, territorio, aran, scatti, bari,

Stai inviando il link del seguente articolo:

Scatti: che fine ha fatto l´atto di indirizzo all´Aran?

La TUA email

Il tuo nome (e cognome)

L'email dell'amico/a

Puoi includere un piccolo messaggio (opzionale)

Misura antispam

Quanto fa 3 piu' 4?

Trattamento dati personali: Ho letto e accetto.