stampa questa news Invia questa news ad un amico

TFA: su decreto ritardo vergognoso, svilito ruolo tutor

» in Comunicati

La denuncia arriva dalla Gilda degli Insegnanti dopo la nota unitaria del 9 gennaio inviata con gli altri sindacati al Miur per protestare contro la mancata informativa preventiva


TFA: su decreto ritardo vergognoso, svilito ruolo tutor lunedì 12 gennaio 2015
"Il ritardo con cui è stato pubblicato il decreto ministeriale 966 riguardante i Tfa, che era atteso entro il 31 maggio scorso, è vergognoso e ingiustificabile e svilisce il ruolo dei docenti tutor coordinatori ai quali viene negato il diritto di svolgere dignitosamente il proprio ruolo".

La denuncia arriva dalla Gilda degli Insegnanti dopo la nota unitaria del 9 gennaio inviata con gli altri sindacati al Miur per protestare contro la mancata informativa preventiva.

"Oltre a non rispettare le relazioni sindacali, - sottolinea la Gilda - il modus operandi del ministero dell´Istruzione lede la dignità dei docenti e il diritto degli iscritti al Tfa ad avere un corso dignitoso in cui siano affiancati non solo dai professori universitari, ma anche da colleghi che hanno maturato esperienza sul campo. Dobbiamo purtroppo segnalare, infatti, che anche per questo secondo ciclo gli atenei si stanno occupando della formazione degli insegnanti senza che le figure tutoriali specifiche svolgano le funzioni riconosciute dalla legge".

"Non si spiega poi come sia stato possibile che due università telematiche siano comparse come sedi di Tfa nel portale Cineca senza alcuna autorizzazione. Anche se il colpaccio è stato sventato - conclude la Gilda - ci chiediamo chi pagherà i danni dovuti ai ritardi che questo tentativo fraudolento ha provocato".


ARGOMENTI:  comunicati, formazione, tfa, dm 966/14,

Stai inviando il link del seguente articolo:

TFA: su decreto ritardo vergognoso, svilito ruolo tutor

La TUA email

Il tuo nome (e cognome)

L'email dell'amico/a

Puoi includere un piccolo messaggio (opzionale)

Misura antispam

Quanto fa 3 piu' 6?

Trattamento dati personali: Ho letto e accetto.