stampa questa news Invia questa news ad un amico

Concorso, commissari siano esonerati da attività didattica

» in Comunicati

Rino Di Meglio: fare un doppio lavoro e ricevere un compenso da fame è lesivo della dignità umana e professionale


Concorso, commissari siano esonerati da attività didattica martedì 12 aprile 2016
"Se il Governo intende davvero porre rimedio all´ingiusto trattamento economico previsto per i commissari del concorso, la smetta di tirare dritto per la sua cattiva strada e conceda almeno l´esonero dalle lezioni e dalle altre attività scolastiche".

E´ quanto dichiara Rino Di Meglio, coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti.

"Esaminare i candidati che aspirano alla cattedra è un compito di grande responsabilità ed è assurdo ricompensare questo delicato lavoro con la misera cifra di un euro l´ora e, per giunta, costringere i commissari a tour de force assurdi tra attività didattica e commissioni. Chi, diversamente dal presidente del Consiglio, vive e conosce bene la realtà della scuola, sa quanto sia estenuante conciliare con l´insegnamento in classe le sessioni d´esame, che come stabilito dal calendario pubblicato oggi in Gazzetta Ufficiale si svolgeranno sia di mattina sia di pomeriggio per le prove scritte. Fare un doppio lavoro e ricevere un compenso da fame è lesivo della dignità umana e professionale.

Ci auguriamo - conclude Di Meglio - che la rassicurazione arrivata ieri da Renzi non sia la solita promessa propagandistica elargita a buon mercato".


Roma, 12 aprile 2016
Ufficio stampa Gilda degli Insegnanti

Allegati

ARGOMENTI:  comunicati, concorso,

Stai inviando il link del seguente articolo:

Concorso, commissari siano esonerati da attività didattica

La TUA email

Il tuo nome (e cognome)

L'email dell'amico/a

Puoi includere un piccolo messaggio (opzionale)

Misura antispam

Quanto fa 3 piu' 6?

Trattamento dati personali: Ho letto e accetto.