stampa questa news Invia questa news ad un amico

Mobilità al buio per fasi B e C

» in Comunicati

Per di più sequenza contrattuale in alto mare: era attesa entro l´8 maggio


Mobilità al buio per fasi B e C lunedì 16 maggio 2016
E´ una domanda di mobilità "al buio" quella che in questi giorni stanno presentando i neo assunti nelle fasi B e C.

A sottolinearlo è la Gilda degli Insegnanti che spiega: "Per questi docenti la richiesta di trasferimento è un salto nel vuoto perché non sanno minimamente in quale dei 100 ambiti indicati saranno inseriti né a quali posti verranno assegnati poiché non c´è una definizione chiara e precisa delle disponibilità".

"Ad aggravare la situazione - incalza la Gilda - è il ritardo con cui procede la sequenza contrattuale che era attesa entro 30 giorni dalla firma del CCNI, cioè entro l´8 maggio. Secondo quanto emerge dagli incontri al Miur, sembra che da parte dell´Amministrazione non ci sia alcuna intenzione di definire criteri oggettivi in grado di arginare la discrezionalità della chiamata diretta da parte dei dirigenti scolastici. Una chiusura - commenta la Gilda - più che prevedibile perché per viale Trastevere cedere su questo punto significherebbe demolire i pilastri principali su cui si fonda la legge 107/2015. Si confermano, dunque, le ragioni per cui a febbraio abbiamo deciso di non firmare il contratto sulla mobilità e di percorrere la strada del referendum".


Roma, 16 maggio 2016
Ufficio stampa Gilda degli Insegnanti


Allegati

ARGOMENTI:  CCNI, mobilita, assunzioni in ruolo,

Stai inviando il link del seguente articolo:

Mobilità al buio per fasi B e C

La TUA email

Il tuo nome (e cognome)

L'email dell'amico/a

Puoi includere un piccolo messaggio (opzionale)

Misura antispam

Quanto fa 3 piu' 6?

Trattamento dati personali: Ho letto e accetto.