stampa questa news Invia questa news ad un amico

Decreto salva precari e docenti inidonei

» in Precari

Esito dell´incontro al Miur


Decreto salva precari e docenti inidonei giovedì 29 settembre 2011

In data 27 settembre si è svolta tra la parte pubblica e le organizzazioni sindacali un incontro sulle problematiche relative a salvaprecari e docenti inidonei.

Salvaprecari
Dopo un ultimo confronto con l´amministrazione si è definito il testo del nuovo decreto che estende anche all´anno scolastico 2011/12 i benefici della valutabilità del servizio con le stesse modalità ed opzioni previste nel biennio precedente. Per l´inserimento negli elenchi prioritari restano invariati i vincoli e le esclusioni derivanti dalle rinunce ai contratti su cattedra sia da graduatorie ad esaurimento che da quelle di circolo/istituto.

Va precisato che tutti, anche coloro che vi sono già inseriti, dovranno presentare la domanda - entro i termini previsti dal decreto di imminente pubblicazione - per essere ricompresi nei nuovi elenchi Fino alla data di entrata in vigore di detti elenchi le assunzioni in sostituzione del personale assente andranno effettuate dalle graduatorie di circolo/istituto attualmente vigenti e non dai precedenti elenchi, che, come è noto, hanno visto cessare la loro validità con la conclusione dell´ anno scolastico 2010/11.


Docenti inidonei
I rappresentanti dell´amministrazione hanno portato a conoscenza delle O.O.S.S. che alla data del 21 settembre 2011 solo circa 530 docenti inidonei hanno richiesto di essere inquadrati nei ruoli del personale ata.
Si è pertanto discusso sui tempi e sulle modalità di assegnazione della sede anche nella considerazione che l´art.3 del DM n. 79 prevede che con contrattazione nazionale integrativa sono disciplinate le modalità di attribuzione della sede di titolarità a detto personale. E´ evidente quindi che fino quando non sarà conclusa tale contrattazione non sarà possibile procedere all´inquadramento ed all´assegnazione della sede.
Tutte le organizzazioni sindacali hanno chiesto all´amministrazione di differire tali inquadramenti al prossimo anno scolastico nella considerazione del ridotto numero di richiedenti rispetto ai posti accantonati; si ricorda che sono stati accantonati complessivamente n. 1300 posti per ciascuno degli anni scolastici del piano triennale delle assunzioni in ruolo.

Immissioni in ruolo
Nel corso dell´incontro abbiamo chiesto al Miur un monitoraggio delle immissioni in ruolo effettuate nelle varie province, per verificare l´ entità dei posti rimasti non assegnati per l´ esaurimento degli aspiranti in graduatoria, per l´ assenza di posti e per qualsivoglia altra ragione. La nostra delegazione ha ribadito la necessità e l´ urgenza di monitorare e coprire i posti del personale già a tempo indeterminato che ha optato per altro ruolo. Su questo versante il MEF - inizialmente contrario a restituire a nuovo ruolo i posti lasciati vacanti e disponibili - sembra stia per dare il proprio assenso, stando a quanto affermato dall´amministrazione.

Proprio in vista dei dati richiesti, la Gilda degli Insegnanti ha chiesto un´ informazione completa relativa ai posti in organico ed alle effettive disponibilità di tutte le classi di concorso e tipologie di posti, onde procedere ad una ripartizione mirata dei posti rimasti non assegnati.

Anagrafe docenti
Il funzionario dell´amministrazione ha informato che è intenzione del ministero riproporre l´anagrafe dei docenti, per acquisire ulteriori dati concernenti i titoli professionali post-laurea.

La Gilda degli Insegnanti ha immediatamente condannato tale pretesa e si è concordato di far riferire al ministro che tutte le OO.SS. non ravvisano alcuna utilità di questo nuovo balzello.

Stai inviando il link del seguente articolo:

Decreto salva precari e docenti inidonei

La TUA email

Il tuo nome (e cognome)

L'email dell'amico/a

Puoi includere un piccolo messaggio (opzionale)

Misura antispam

Quanto fa 3 piu' 2?

Trattamento dati personali: Ho letto e accetto.