stampa questa news Invia questa news ad un amico

Stipendi e ferie, ancora caos per i colleghi precari

» in Precari

Resoconto dell´incontro richiesto dalle OOSS per l´informativa su una serie di problemi aperti nelle scuole


Stipendi e ferie, ancora caos per i colleghi precari venerdì 1 marzo 2013

Oggi si è tenuto presso il MIUR l´incontro richiesto dalle OOSS per l´informativa su una serie di problemi aperti nelle scuole. All´odg: Legge di stabilità: compenso ferie personale docente a tempo determinato (divieto di monetizzazione delle ferie non godute).

Le OOSS, tra cui la delegazione Gilda-Unams, chiedono chiarimenti sulla retribuzione supplenti che non possono fruire delle ferie durante il periodo lavorativo, riaffermando la decorrenza della nuova legge di stabilità dal settembre 2013 e chiedono il ritiro della nota con i nuovi modelli di contratto, che non sono corretti.

Il MIUR si è riservato di decidere dopo aver posto un quesito all´ufficio legale e risponderà nella prossima riunione convocata il 13 marzo.

La delegazione Gilda-Unams ritiene che la questione sia molto importante e contesta non solo i modelli di contratto e il mancato pagamento delle ferie, ma si oppone all´obbligo delle ferie nei periodi di sospensione delle attività ritenendo tuttora valida la norma contrattuale.

La Gilda-Unams chiede un urgente intervento del MIUR per quelle tesorerie che non pagano neppure le ferie dell´anno scorso 2011/2012 e si lamentano della mancanza di un esame congiunto sulle note e sulle circolari.

Revisione del DM 21/07.

Le OOSS ritengono insufficiente rispetto ai bisogni delle scuole il dettato del DM 21/07 e chiedono di rivederne i parametri attraverso un tavolo tecnico.

L´amministrazione concorda sull´opportunità di aggiornare il decreto e i criteri di assegnazione dei fondi alle scuole. Verrà approntata una bozza di aggiornamento, sentito il MEF, e saranno informate le OOSS. In ogni caso si continuerà a lavorare come in questi tre anni per passare al rapporto diretto tra scuole e tesoreria, saltando il passaggio delle banche.

Le OOSS avevano chiesto ad ottobre un chiarimento sul problema costi eccessivi per scuole del servizio delle banche, ma non avevano ottenuto risposta; solo ora apprendono di esperienze positive a Roma e in Puglia.

Sull´aggiornamento del DM e sulle questioni connesse l´Amministrazione convocherà le OOSS dopo Pasqua.

Costituzione del Capitolone e Fondi della legge 440/97.

I fondi della 440/97 sono confluiti nei fondi di funzionamento, l´impiego viene stabilito dal DM del ministro che fissa parametri (DM 94 dell´11 dicembre 2012, registrato nei giorni scorsi e nei prossimi giorni si procederà alla assegnazione dei fondi alle scuole).

Somme già assegnate nel 2012 che verranno erogate nei prossimi giorni: incremento MOF 28ml, alternanza scuola lavoro 26,7ml, corsi di recupero 25ml. Anche i fondi per il funzionamento già assegnati saranno erogati nei prossimi giorni.

Quantificazione e certificazione dei residui.

Le OOSS chiedono già da diverso tempo i dati per una certificazione trasparente dei residui nelle scuole, che il MIUR dovrebbe avere visto che fa tutti i monitoraggi. Chiedono inoltre le somme date in più alle scuole e i criteri con cui questi sono stati distribuiti.

Il MIUR afferma che sono stati distribuiti alle scuole 53ml per sofferenza finanziaria (ma se la scuola ha fondo cassa più residui attivi superiore ai passivi non ha avuto nulla).

Le risorse appostate sui pos e non pagate dalle scuole rientrate in conto entrata dello stato sono 266ml (OOSS vogliono sapere il dettaglio scuola per scuola).

Le OOSS chiedono se questi soldi verranno ridati alle scuole e l´Amministrazione assicura che questi fondi rimarranno alle scuole, alle quali è già stato erogato anche l´acconto dell´accordo 30 gennaio 2013; l´elenco delle scuole verrà inviato alle OOSS.

Pagamento dei supplenti.

Su questo punto le OOSS sono state molto dure, in particolare la delegazione Gilda-Unams, pretendendo il pagamento degli stipendi per i colleghi precari.

L´amministrazione ha risposto che il 90% delle scuole che hanno trasmesso dati corretti al MIUR riceveranno nei prossimi giorni il pagamento di quanto dovuto per pagare i precari per il 2012, per il 2013 il pagamento va sul cedolino unico. Le scuole che hanno commesso errori nella trasmissione dei dati, circa il 10%, verranno invitate entro 7 giorni a correggerli e entro il mese di marzo verranno pagati anche gli stipendi di questi colleghi.

La riunione viene chiusa alle 19.00 e gli ultimi tre punti all´odg: Retribuzione per lo svolgimento delle funzioni superiori; Dematerializzazione e potenziamento sistema informativo; Emanazione linee guida nazionali sul ricorso al mercato elettronico sono rinviato a mercoledì 13 marzo alle ore 10.00

Le OOSS ricordano all´Amministrazione di aprire con urgenza il tavolo di confronto per il CCNI sulla formazione 2013, non è più tollerabile, come accaduto negli anni passati, iniziare a discutere a fine anno della formazione

ARGOMENTI:  precari, retribuzioni, ferie,

Stai inviando il link del seguente articolo:

Stipendi e ferie, ancora caos per i colleghi precari

La TUA email

Il tuo nome (e cognome)

L'email dell'amico/a

Puoi includere un piccolo messaggio (opzionale)

Misura antispam

Quanto fa 3 piu' 6?

Trattamento dati personali: Ho letto e accetto.