stampa questa news Invia questa news ad un amico

Le ore alternative alla Religione le paga il Tesoro

» in Retribuzioni

Lo hanno ricordato ai dirigenti scolastici i direttori generali degli uffici scolastici dell´Emilia Romagna e della Lombardia.


Le ore alternative alla Religione le paga il Tesoro venerdì 8 ottobre 2010

Le ore eccedenti per le attività alternative all´insegnamento della Religione cattolica vengono retribuite direttamente dal Ministero dell´economia. Lo hanno ricordato ai dirigenti scolastici i direttori generali degli uffici scolastici dell´Emilia Romagna e della Lombardia con due circolari emesse, rispettivamente, il 29 e il 27 settembre scorso.

Sono stati definitivamente eliminati, dunque, gli ostacoli economici che impedivano alle scuole di assegnare ore eccedenti ai docenti per adempiere a questi obblighi che, peraltro, discendono direttamente dalla legge 121/1985 e dal relativo accordo tra l´Italia e la Santa Sede del 1984.

La disposizione di queste ore non necessita di alcun autorizzazione e i dirigenti scolastici sono tenuti ad attribuirle ai docenti interni oppure ai supplenti. In caso contrario, oltre al danno nei confronti degli alunni interessati, sussiste anche la lesione del legittimo interesse dei docenti che potrebbero avere titolo alle relative ore.

E´ illegittima, dunque, la prassi invalsa secondo la quale gli alunni che scelgono di non fruire dell´insegnamento della Religione cattolica vengono costretti ad entrare a scuola un´ora dopo oppure ad uscire un´ora prima.

Invitiamo i docenti a vigilare sulla corretta applicazione della legge e a segnalare le eventuali inadempienze alle nostre sedi provinciali.

ARGOMENTI:  mef, religione,

Stai inviando il link del seguente articolo:

Le ore alternative alla Religione le paga il Tesoro

La TUA email

Il tuo nome (e cognome)

L'email dell'amico/a

Puoi includere un piccolo messaggio (opzionale)

Misura antispam

Quanto fa 3 piu' 4?

Trattamento dati personali: Ho letto e accetto.