TFA per strumento musicale, chiarimenti dal Miur

I diplomi di II livello e quelli del vecchio ordinamento dello specifico strumento costituiscono titolo valido per l´accesso al TFA speciale per la A077

lunedì 28 gennaio 2013
A seguito di quesiti sollevati, il MIUR ha emanato, in data 25 gennaio 2013, la nota n. 206 avente per oggetto "Diploma accademico di secondo livello a indirizzo didattico per la classe di concorso di strumento musicale A077".

Con la nota si chiarisce che i docenti in possesso dei diplomi accademici di II livello e quelli in possesso dei diplomi di conservatorio di vecchio ordinamento possono accedere direttamente ai costi di TFA, in corso di emanazione, senza dover obbligatoriamente frequentare il corso di diploma accademico di II livello per la classe di abilitazione A077.


Si trascrive di seguito integralmente la nota.
________________________________________

Ministero dell´Istruzione, dell´Università e della Ricerca
Dipartimento per l´istruzione

A00DIPT Prot. n. 206
Roma, 25.1.2013

Ai Direttori generali
degli Uffici scolastici
regionali
LORO SEDI


e p.c

Alla Direzione generale
per l´alta formazione Artistica,
Musicale e Coreutica
SEDE


Oggetto: Diploma accademico di secondo livello a indirizzo didattico per la classe di concorso di strumento musicale A077

Pervengono quesiti sulla obbligatorietà o meno della frequenza del corso biennale per il conseguimento del diploma accademico di secondo livello ad indirizzo didattico per la classe di concorso di strumento musicale A077, per il quale il 28 gennaio è prevista la prova di accesso, al fine di poter poi partecipare al corso di tirocinio formativo attivo (TFA).

Al riguardo, valutate le disposizioni fino ad ora emanate, si è dell´avviso che i docenti in possesso dei diplomi accademici di II livello e quelli in possesso dei diplomi di Conservatorio vecchio ordinamento, non siano obbligati a frequentare il corso di diploma accademico di secondo livello ad indirizzo didattico, classe di abilitazione A077, ma possono accedere direttamente ai corsi di TFA speciali, il cui regolamento è in corso di perfezionamento, ovviamente nel rispetto dei requisiti dallo stesso previsti.

Si precisa infine che non esiste alcun impedimento a che i citati docenti possano partecipare alla selezione e frequentare il corso in parola.


IL CAPO DIPARTIMENTO
f.to Lucrezia Stellacci