Quota 96, domani Gilda a manifestazione contro “beffa di stato”

I 4000 docenti ai quali è stato negato il diritto legittimamente maturato di andare in pensione  sono vittime di una grave ingiustizia che il Governo deve risolvere

giovedì 28 agosto 2014
Una delegazione della Gilda degli Insegnanti sarà in piazza Santi Apostoli domani mattina a Roma per partecipare alla manifestazione indetta dal Comitato Civico Quota 96 contro la beffa di Stato andata in scena il 4 agosto.
“I 4000 docenti ai quali è stato negato il diritto legittimamente maturato di andare in pensione – afferma la Gilda – sono vittime di una grave ingiustizia che il Governo deve risolvere reperendo le risorse economiche dai tagli agli sprechi”.

Oltre al pasticcio di Quota 96, quello delle pensioni è un tema caldo per tutti i docenti costretti a rimanere in cattedra fino a 66 anni. Per sciogliere questo nodo, la Gilda rilancia la proposta di consentire su base volontaria l´accesso al part time negli ultimi 5 anni di lavoro a parità di retribuzione e di sfruttare la professionalità e l´esperienza dei docenti prossimi alla pensione impiegandoli come tutor dei nuovi insegnanti.

Roma, 28 agosto 2014
Ufficio stampa Gilda Insegnanti