#Precari, piano assunzioni. Punti critici e proposte

A cura di Antonio Antonazzo, responsabile del dipartimento precari della Gilda degli insegnanti

lunedì 23 marzo 2015
Punti critici sui quali la Gilda intende intervenire.
Le criticità presenti in questo ddl sono molteplici e la Gilda si farà carico di intervenire in tutte le sedi istituzionali al fine di modificarlo. In particolare, per quanto concerne il precariato si ritiene che:

-Vada cancellata la cosiddetta "chiamata diretta". Tale procedura, oltre che pericolosa per i molto probabili episodi di nepotismo e/o di servilismo che ne deriverà e´ ininfluente, se non dannosa, al fine del miglioramento della qualità dell´insegnamento.

-Il numero di posti destinati al ruolo, sono insufficienti per coprire il reale fabbisogno delle scuole e conseguire gli obiettivi indicati dal governo. Non si recuperano nemmeno tutti i tagli derivanti dalla riforma Gelmini.

-Non si può non tener conto della sentenza della corte europea e quindi occorre inserire a pieno titolo nel piano straordinario di assunzione tutti coloro che hanno il requisito dei 36 mesi nella scuola statale.

-Le graduatorie di istituto vanno mantenute ancora in piedi. La situazione e´ ancora in fase di evoluzione e sicuramente il prossimo anno si avrà necessita´ di far ricorso a degli incarichi a tempo determinato.


Altri video sui precari
: https://www.youtube.com/playlist?list..