stampa questa news Invia questa news ad un amico

Compensi esami di stato: per il Miur serve un´ulteriore riflessione

» in Esami di Stato

La preoccupazione della direzione per gli ordinamenti è soprattutto relativa alla possibile mancanza di copertura finanziaria


Compensi esami di stato: per il Miur serve un´ulteriore riflessione mercoledì 10 luglio 2013

Il pomeriggio di mercoledì 10 luglio alle ore 15 si è tenuta la prevista riunione richiesta dalle OO.SS. con la Direzione Bilancio e la Direzione Ordinamenti sulla questione concernente il pagamento di commissari interni all´esame di maturità.

Com´è noto, la dott.ssa Palumbo della Direzione degli Ordinamenti aveva emanato una "nota" nel mese di novembre 2012 con la quale, rifacendosi al Decreto Interministeriale 24 maggio 2007 e alla nota prot. 7054 del 2 luglio 2007 della Direzione Generale per gli ordinamenti, stabiliva unilateralmente che per "necessità di contenere i costi relativi allo svolgimento degli esami" bisognava pagare il commissario interno nominato su due classi in una stessa commissione con un unico compenso forfetario (per una sola classe). L´ulteriore compenso aggiuntivo poteva essere dato solo in caso il commissario operasse su due commissioni. Si tratta evidentemente di una iniqua disparità di trattamento a fronte dello stesso onere lavorativo.

La "nota" è stata oggetto di critica immediata da parte delle FGU-Gilda degli Insegnanti e di una ulteriore richiesta di modificazione da parte del Coordinatore Nazionale della Gilda degli Insegnanti Rino Di Meglio nel marzo 2013.

Nella riunione odierna erano assenti i Direttori del Bilancio (Filisetti) e degli Ordinamenti (Palumbo). In rappresentanza del dott. Filisetti era presente la dott.ssa Davoli, in rappresentanza della dott.ssa Palumbo erano presenti il dott. Petrini e il dott. Cannoletta. Ciò ha pesantemente condizionato l´andamento della discussione laddove era stato assicurato alle OO.SS. la presenza dei Direttori e la risoluzione del problema.

Il dott. Petrini ha ribadito che la preoccupazione della direzione per gli ordinamenti è soprattutto relativa alla possibile mancanza di copertura finanziaria per il pagamento dei commissari interni oggetto della "nota" interpretando in maniera restrittiva le norme di riferimento del 2007. La dott.ssa Davoli ha confermato che sulla stessa posta di bilancio gravano anche i compensi delle commissioni per gli esami degli ordini professionali, ma ha ribadito che i finanziamenti per gli esami di stato non sono diminuiti rispetto all´anno scolastico precedente. Mancherebbe ancora un "parere" del MEF per consentire il pagamento come da tabella del 2007.

In concreto si tratta del tradizionale scaricabarile tra direzioni determinato dall´emanazione di una "nota" della dott.ssa Palumbo che non era stata adeguatamente concertata e comunicata anche alle OO.SS. Alla fine il dott. Petrini ha comunicato che l´esito della riunione sarebbe stato oggetto di una ulteriore riflessione da parte della direttrice Palumbo aprendo la possibilità del pagamento dei commissari interni su due classi in unica commissione a patto che vi siano le risorse adeguate.

La delegazione della FGU-Gilda degli Insegnanti, insieme alle altre OO.SS. ha espresso le seguenti posizioni:

• si ritiene inaccettabile che una "nota" unilaterale possa modificare da un anno per l´altro l´applicazione di una normativa consolidata;

• si evidenzia che le relazioni sindacali con la Direzione per gli ordinamenti dovrebbero essere impostate a maggiore trasparenza e disponibilità;

• si invitano le Direzioni per gli Ordinamenti e del Bilancio a modificare la nota oggetto del contenzioso garantendo il pagamento degli emolumenti come prescritti dalla tabella allegata al Decreto Interministeriale del 2007 entro il giorno 15 luglio. In caso contrario l´unica strada percorribile sarà quella del ricorso al giudice.


Stai inviando il link del seguente articolo:

Compensi esami di stato: per il Miur serve un´ulteriore riflessione

La TUA email

Il tuo nome (e cognome)

L'email dell'amico/a

Puoi includere un piccolo messaggio (opzionale)

Misura antispam

Quanto fa 3 piu' 6?

Trattamento dati personali: Ho letto e accetto.