stampa questa news Invia questa news ad un amico

CPIA e corsi serali, incontro al Miur

» in Organici

Resoconto dell´incontro tra l´Amministrazione e le organizzazioni sindacali


CPIA e corsi serali, incontro al Miur venerdì 4 aprile 2014

Nell´incontro di ieri, finalizzato all´ informativa sull´ attivazione dei CPIA ed sul funzionamento dei Corsi Serali con le nuove regole già a decorrere dal prossimo anno scolastico, l´Amministrazione - rappresentata dal Capo Dipartimento Luciano Chiappetta e dal vicario Gildo De Angelis - ha illustrato la situazione dei CPIA, che non dovrebbero essere più dei 154 attualmente previsti, col rischio che molti non vengano attivati, sia perché in molte realtà territoriali sono previsti semplicemente sulla carta, senza quindi un reale funzionamento, sia perché ci sono Regioni, fra cui il Lazio e l´Emilia Romagna, che non hanno ancora predisposto ed approvato il piano di dimensionamento.

C´ è anche il rischio che non abbiano una dirigenza quei CPIA che hanno una consistenza scolastica inferiore ai 600 studenti. Inoltre non c´ è stato a tutt´ oggi alcun accordo nella Conferenza Stato/Regioni per quanto riguarda l´ entità della platea scolastica per ottenere un dirigente scolastico ed un dsga, col MEF - che ovviamente propende per una drastica riduzione dei suddetti corsi - rigidamente ancorato sulla media di 1.000 alunni/studenti, mentre le Regioni sono attestate su una media di 900/950 che consentirebbero di salvare ca. 250 istituzioni scolastiche. A ciò si aggiunge l´ incertezza che siano stati assegnati i codici meccanografici a ciascun CPIA per consentire la mobilità del personale interessato.

Vista l´ attuale incertezza normativa ed organizzativa e la diffusione a macchia di leopardo dei corsi da attivare, la nostra delegazione ha proposto all´ Amministrazione di rinviarli di 1 anno nell´ attesa che entrino in funzione in pari data sull´ intero territorio nazionale, ha chiesto l´ elenco completo dei CPIA che s´ intende attivare ed i relativi codici meccanografici per accertare che siano tutti immediatamente richiedibili da parte di coloro che aspirano ad insegnarvi.

Per quanto riguarda, invece, i corsi serali per lavoratori, il dott. De Angelis ha informato che l´ organico ridotto al 70% va calcolato sulla consistenza oraria dei corrispondenti corsi diurni, comprendendo anche nel calcolo le ore di educazione fisica e di religione/materia alternativa. In considerazione di quanto sopra, quindi, la consistenza media sarà di 24/25 h. La ripartizione oraria fra le discipline, secondo la nostra delegazione, dovrà essere effettuata non dal dirigente scolastico ma dal collegio docenti con apposita delibera, in quanto organo collegiale cui competono gli aspetti prettamente didattici.

La FGU, inoltre, ha chiesto l´apertura di una sequenza contrattuale per meglio definirne la mobilità. Ha proposto, infine, che le titolarità vadano salvaguardate con le stesse modalità previste per la confluenza degli insegnamenti atipici dei corrispondenti corsi diurni.

A latere dell´ incontro, il dott. Chiappetta ha informato le OO.SS. che le domande per l´ aggiornamento delle GE si dovranno presentare dal 10 aprile al 10 maggio, e non fino al 9, come precedentemente comunicato.
Ha inoltre previsto degli incontri con le OO.SS. con cadenza settimanale o decadale per affrontare le tematiche ed i punti che necessitano di chiarimen, che saranno recepiti in apposite FAQ. 

ARGOMENTI:  organici, CPIA,

Stai inviando il link del seguente articolo:

CPIA e corsi serali, incontro al Miur

La TUA email

Il tuo nome (e cognome)

L'email dell'amico/a

Puoi includere un piccolo messaggio (opzionale)

Misura antispam

Quanto fa 3 piu' 6?

Trattamento dati personali: Ho letto e accetto.