A tutti i colleghi precari interessati al ricorso per la stabilizzazione

Nelle more della decisione della Corte di Giustizia Europea la FGU invita a non cedere a strumentalizzazioni e speculazioni

giovedì 6 marzo 2014

Il giorno 27 marzo presso la Corte di Giustizia Europea si terrà finalmente l´udienza per dirimere la questione della stabilizzazione dei docenti precari della scuola che è stata avviata dalla Gilda degli Insegnanti e dalla Flc-CGIL .

Confidiamo che, viste le recenti valutazione della Commissione UE sull´uso scorretto della reiterazione dei contratti a tempo determinato nel nostro Paese, siano prese in considerazione dai Giudici Europei e venga finalmente accolta la sacrosanta richiesta di procedere alla stabilizzazione del personale precario della scuola che da anni viene assunto con contratti annuali a tempo determinato su posto vacante con particolare riferimento all´organico di fatto.

Nelle more della decisione della Corte di Giustizia Europea sta crescendo strumentalmente l´invito fatto da altri sindacati e associazioni di avviare procedure di "ricorsi" di varia natura.

La FGU-Gilda degli Insegnanti, come è sua consuetudine ed essendo attore della causa, invita i colleghi interessati ad attendere il dispositivo della sentenza e intanto di comunicare la loro disponibilità ad avviare i ricorsi in ottemperanza della sentenza che speriamo sia positiva.

Solo conoscendo il contenuto della sentenza che dovrà essere accolta dallo Stato Italiano possiamo infatti organizzare strumenti di difesa e applicazione del diritto conseguenti ed efficaci senza speculare sulle aspettative e speranze dei precari della scuola.